Relyens rafforza l’impegno nei confronti dei propri stakeholder acquisendo una ragion d’essere e obiettivi sociali e ambientali

28/06/2021

La denominazione di “B-corporation” è ormai inserita nello statuto della mutua Sham – gruppo Relyens, a beneficio di tutti i brand del Gruppo.

  

I rappresentanti dei soci e dei clienti di Sham, società del gruppo Relyens, si sono riuniti in Assemblea Generale il 25 giugno 2021 e hanno approvato la proposta del Consiglio di Amministrazione di inserire nello statuto della mutua la denominazione di “B-corporation” che consente all’intero gruppo Relyens di adottare una “Ragion d’essere” e i relativi obiettivi sociali e ambientali associati. Tali principi guideranno le azioni di Relyens e delle sue società (Sham e Sofaxis) negli anni a venire. Questo passo importante consente di radicare e consolidare i valori mutualistici che costituiscono il DNA del Gruppo sin dalla sua nascita oltre 90 anni fa.

La ragion d’essere di Relyens è:

“Agire e innovare,

al fianco di chi opera nell’interesse generale,

per costruire un mondo di fiducia.”

La ragion d’essere di Relyens, un riflesso del DNA mutualistico e della singolarità del Gruppo, alimenta gli orientamenti strategici e le attività quotidiane. Descrive il modo in cui Relyens intende dare un contributo concreto alla società sostenibile di domani. Riferimento strategico per il Gruppo, si inserisce con naturalezza nella continuità di quanto il Gruppo ha sempre intrapreso al fianco dei protagonisti della Salute e del Territorio. Evoca i valori mutualistici fondanti di Relyens quali la responsabilità, l’ottimismo, la correttezza e la condivisione. Guida e consente al Gruppo di reinventarsi costantemente al servizio dei suoi ecosistemi, dei suoi stakeholder e dei beneficiari dei servizi erogati quotidianamente: i cittadini. 

Declinazione della ragion d’essere a ciascun livello aziendale, i 4 obiettivi sociali e ambientali seguenti sono stati definiti per guidare le azioni di Relyens:

•      Garantire e consentire la continuità dell’attività dei propri soci e dei clienti

•      Porre la lealtà e la correttezza al centro delle relazioni tra i propri stakeholder

•      Innovare e impegnarsi per costruire un futuro migliore

•      Contribuire a realizzare un mondo sostenibile

L’unione tra la ragion d’essere e questi obiettivi costituisce la mission di Relyens per il futuro. Questa missione risponde a un bisogno di senso largamente osservato oggi nella società e nelle imprese, in particolare tra le giovani generazioni. Un bisogno di senso che la crisi sanitaria ha soltanto rafforzato, così come la volontà di agire al servizio dei cittadini, sempre più condivisa dagli operatori economici. Facendo affidamento sulla forza di questa missione, Relyens persegue il proprio impegno nei confronti degli stakeholder e adempie al proprio dovere di assumersi la responsabilità politica come attore della Società.

Olivier BOSSARD, presidente di Sham, gruppo Relyens: “Per il nostro modello di Gruppo mutualistico, l’essere una “B-corporation” appare come una straordinaria opportunità per reinventarsi, pur continuando a rispettare i valori fondanti. Siamo collettivamente convinti, insieme agli Amministratori, del valore e dell’importanza di questo approccio. Questa nuova fase, impegnativa e coinvolgente, consentirà di affermare ulteriormente la responsabilità sociale di Relyens e di rafforzare la fiducia dei nostri soci, dei clienti e, più in generale, degli operatori del nostro ecosistema. 

Dominique GODET, amministratore delegato del gruppo Relyens: “Le aziende capaci di trasformarsi, di distinguersi e di liberarsi dai modelli tradizionali, sono maggiormente in grado di far fronte alle evoluzioni, agli sconvolgimenti e ai cambiamenti dei parametri di riferimento che attraversano la nostra società. Diventare “B-corporation” è in un certo senso un dovere, a maggior ragione per Relyens in quanto azienda al servizio dei cittadini e molto impegnata al servizio dei propri ecosistemi.

È un’ulteriore opportunità per il Gruppo per affermare ancora di più la propria unicità, per rafforzare il proprio impegno nei confronti dei diversi stakeholder, di unire i propri team e di continuare la propria trasformazione manageriale”.

Come previsto dalla Loi Pacte, entro la fine dell’anno sarà costituito un Mission Committee che sarà responsabile del monitoraggio e dell’esecuzione dell’incarico. Ogni anno presenterà all’Assemblea Generale Ordinaria una relazione allegata alla relazione sulla gestione.

Parallelamente al Mission Committee, un organismo terzo indipendente effettuerà una valutazione annuale degli obiettivi sociali e ambientali.

 

La collaborazione costruttiva con gli stakeholder è centrale

La missione del Gruppo è stata costruita nel tempo, in collaborazione con tutti gli stakeholder del Gruppo - dipendenti, amministratori, clienti e partner - al fine di giungere a una definizione chiara, sincera, unitaria, di impatto e coerente con il modello comune di Relyens. L’obiettivo è sentirsi coinvolti collettivamente e individualmente al fine di massimizzare l’impatto delle nostre azioni future.

La collaborazione costruttiva prefigura per le prossime settimane una dinamica unificante sotto il motto #TuttiAmbasciatori: un invito a fornire il proprio contributo, finalizzato a coinvolgere e far partecipare tutti gli stakeholder al servizio della ragion d’essere e degli impegni collettivi, in cui tutti condividono e investono in una comunità di interessi.

 

Il Gruppo prosegue la sua strategia nel 2021 e oltre

L’approccio “B-corporation” amplifica la strategia di trasformazione del Gruppo, che prosegue anche quest’anno e confluirà nel prossimo piano strategico (2022-2025) coerentemente alla propria ragion d’essere e con i relativi obiettivi sociali e ambientali.

 

Dati chiave

·       Oltre 1.000 dipendenti in 4 paesi (Francia, Spagna, Italia e Germania)

·       Sanità: circa 10.000 strutture sanitarie (1.875 strutture pubbliche, 1.266 strutture private, 2.518 centri di cura, 4.300 strutture sociali e medico-sociali) e 56.625 operatori sanitari 

·       Territori: 1 ente locale su 2, ovvero 21.487 enti locali e oltre 850.000 dipendenti, 2 SDIS su 3 e 2 Centri Dipartimentali di Gestione su 3